Fiume: illuminazione LED. Zara passa al fotovoltaico

INTERREG V-A Italia-Croazia. Dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) 7,1 milioni di euro per le autorità portuali

Fondi anche per l’illuminazione della diga foranea a Fiume. Foto Goran Žiković

Nell’ambito del Programma di collaborazione transfrontaliera INTERREG V-A Italia-Croazia CBC Programme 2014-2020, il Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) ha stanziato 7,1 milioni di euro per il progetto denominato SUSPORT-Sustainable PORT’s.
Si tratta di un programma transfrontaliero al quale, assieme al lead partner, l’Autorità portuale dell’Adriatico orientale partecipano altri quindici partner, di cui otto italiani e sette croati.
Nell’ambito del progetto ai partner croati sono stati devoluti 2,7 milioni di euro, di cui 2,2 milioni destinati alle autorità portuali di Fiume, Zara, Spalato, Ploče e Ragusa (Dubrovnik).
A ogni scalo spettano complessivamente 440mila euro, di cui i mezzi europei a fondo perduto sono pari a 374mila euro, ossia all’85 per cento del valore del progetto.
I fondi sono destinati ai progetto di sviluppo per migliorare la sostenibilità ecologica e l’efficienza energetica dei porti.
Un’automobile elettrica per Fiume
Così l’autorità portuale di Fiume potrà migliorare l’illuminazione con l’introduzione della tecnologia LED sulle superfici portuali pubbliche aperte ai cittadini, tra cui la diga foranea, ovvero il Molo longo.
Inoltre verranno acquistate una stazione di ricarica per auto elettriche e un veicolo a trazione elettrica. Nel porto zaratino di Gaženica, invece, grazie al progetto transfrontaliero si potrà fruire di fonti energetiche alternative, ovvero verrà installato un sistema fotovoltaico che garantirà l’energia sufficiente per l’illuminazione dello scalo nonché assicurerà l’acqua calda e il riscaldamento.
Attenzione all’ambiente
Uno degli obiettivi del progetto è anche quello di migliorare la qualità, la sicurezza e la sostenibilità ecologica dei servizi di trasporto marittimo e costiero. L’inizio ufficiale del programma, che dovrebbe concludersi entro tre anni, è previsto per i mesi di giugno e luglio 2020, come rende noto il Ministero del Mare, del Traffico e dell’Infrastruttura di Zagabria.

Facebook Commenti