Fiume. Cittadino italiano evasore fiscale: danni per 1,5 mln di euro

Foto Igor Kralj/PIXSELL

Evasore fiscale finisce in manette. Una notizia che nel mondo degli affari è ormai all’ordine del giorno, ma ha fatto scalpore a Fiume perché si tratta di un 55.enne cittadino italiano che era proprietario di due società con sede nel capoluogo quarnerino.
Nel coso delle indagini è stato appurato che nel 2016 e il 2017 l’italiano avrebbe dichiarato un’imposta sull’utile molto più bassa rispetto a quella che avrebbe dovuto pagare, mentre due anni fa non ha nemmeno dichiarato l’imposta in questione anche se aveva l’obbligo di farlo. In questo modo, il 55.enne ha causato un danno al bilancio dello Stato nell’ammontare di 11 milione di kune (1,5 milioni di uro circa). Il cittadino italiano è stato denunciato per evasione fiscale e per il reato di violazione dell’obbligo di gestione dei libri commerciali e d’esercizio.

 

 

Facebook Commenti