Fiume. Chiudono teatri, musei, palestre e cinema, ma non i bar

Nonostante la crescita della curva epidemiologica, i bar a Fiume resteranno aperti. Foto Roni Brmalj

Chiudono palestre, musei, teatri, cinema, mostre, ma le terrazze del bar rimangono aperte. Questa la più importante decisione presa dalla task force della Regione litoraneo-montana dopo la crescita esponenziale della pandemia. Inoltre, sono stati vietati gli assembramenti e le manifestazioni con più di 15 persone. Stop anche a incontri privati con più di 8 persone di due nuclei familiari. Vengono interrotti anche gli allenamenti al chiuso, ad eccezione dei club che gareggiano a livello professionale. Chiusura per le palestre, i centri fitness e altre attività sportivo-ricreative al chiuso. Infine, è stato deciso di chiudere anche le sale giochi per i bambini. Inoltre, è stato raccomandato di aumentare i controlli nel trasporto pubblico, il funzionamento dei bar e gli incontri privati. Le nuove misure restrittive entreranno in vigore lunedì 29 marzo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.