Fiume-Budapest. Inizia la modernizzazione

Oleg Butković, Ivan Kršić e Tomislav Petrić. Foto HINA/ Mladen VOLARIÆ/ ua

È stato firmato il contratto di finanziamento del progetto “Ricostruzione del tratto esistente e costruzione del secondo binario nel tratto Hrvatski Leskovac-Karlovac”, lungo 44 chilometri. I lavori costeranno 3,45 miliardi di kune, di cui 2,7 miliardi a fondo perduto verranno attinti dai Fondi europei. Ad apporre la firma al contratto sono stati il ministro della Marineria, del Traffico e dell’Infrastruttura, Oleg Butković, il direttore dell’Agenzia per il finanziamento e la sottoscrizione dei progetti dell’UE (SAFU) Tomislav Petrić e il presidente della Direzione dell’HŽ Infrastruktura Ivan Kršić. Oleg Butković ha rilevato che da questo momento inizia la costruzione della ferrovia pianeggiante verso Fiume, aggiungendo che “se si è riusciti a ottenere denaro dai Fondi europei per questo tratto, ciò significa che la Commissione europea intende finanziare anche il resto della linea ferroviaria verso Fiume”. Secondo il ministro, il collegamento futuro permetterà al Porto di Fiume di diventare uno degli scali più grandi e importanti dell’Adriatico settentrionale. Il presidente della Direzione dell’HŽ Infrastruktura ha puntualizzato che il denaro servirà per costruire 44 chilometri di linea ferroviaria elettrificata, sette viadotti e sottopassaggi ferroviari, per modernizzare i passaggi a livello, le stazioni ferroviarie e installare un moderno sistema segnaletico di sicurezza. Il direttore della SAFU ha sottolineato che questo è il progetto di maggior valore sottoscritto quest’anno e il secondo in assoluto, dopo quello per la costruzione del ponte di Sabbioncello.
Il premier Plenković, presente alla firma del contratto, ha constatato che “dopo le strade, gli aeroporti e i porti, è giunto il momento di dedicarci alle ferrovie. Il tragitto sulla Fiume-Zagabria sarà più veloce e verrà rinnovata anche la stazione di Karlovac, la quale è un monumento culturale che risale agli inizi del 20.esimo secolo”.

Facebook Commenti