Fiume: 6 morti e la curva epidemiologica torna a salire

Foto Roni Brmalj

Era scontato che i numeri sarebbero tornati a correre, soprattutto prendendo in considerazione che nel periodo pre-natalizio in pochi hanno rispettato le misure epidemiologiche, anche stufi di due anni di pandemia. Ma ora la pandemia presenta il conto. Oggi, martedì 28 dicembre, nella Regione litoraneo-montana sono stati registrati 397 nuovi casi d’infezione, a fronte di 3.031 tamponi, per un tasso di positività del 13%, in aumento di 3 punti percentuali rispetto al giorno prima.
E non arrivano buone notizie nemmeno dal Centro clinico ospedaliero di Fiume, dove altre 6 persone non vaccinate hanno perso la lotta contro il Covid. Nei reparti Covid sono degenti 97 pazienti, mentre 11 hanno bisogno di essere attaccati al respiratore.
La task force regionale ha specificato nel suo bollettino che nel corso della quarta ondata sono state contagiate 24.839 persone, di cui 7.120 (29,03%) erano state vaccinate. “Questo dimostra che il vaccino nella maggior parte dei casi è un importante strumento per evitare le infezioni e soprattutto problemi già gravi”, sottolineano gli epidemiologi fiumani.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.