Fiume: 3 morti e 487 casi. Si teme una crescita esponenziale

Piazza della Risoluzione a Fiume. Foto Roni Brmalj

Il 2021 si chiude come era iniziato, ossia con notizie poco rassicuranti sul fronte dell’emergenza sanitaria. Oggi, 31 dicembre, nella Regione litoraneo-montana sono 487 i nuovi casi di Covid, a fronte di 2.235 tamponi eseguiti, per un tasso di positività del 21,79%.
Dopo due giorni senza decessi, oggi sono 3 le persone che hanno perso la battaglia contro il virus Sars-CoV-2, tutte residenti in Regione. In questo modo dall’inizio della quarta ondata (1.mo luglio scorso) i decessi hanno raggiunto quota 254. In ospedale il numero di ricoverati è stabile rispetto a ieri (98), mentre nell’unità di terapia intensiva sono in cura 11 persone.
Numeri alla mano Vladimir Micović, direttore dell’Istituto regionale per la salute pubblica, esprime preoccupazione. “Credo che nei primi giorni del 2022 assisteremo a una crescita esponenziale dei contagi, sospinti dalla variante Omicron”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.