Etnie. Si parte con i Piani operativi

Saranno i deputati delle minoranze, tra cui l’On. Radin, a presentare le proposte programmatiche

Boris Milošević, vicepresidente del governo. Foto: Boris Scitar/Vecernji list/PIXSELL

Il vicepremier con delega per i temi sociali e per le questioni attinenti alle minoranze nazionali, Boris Milošević, ha presentato durante la riunione dell’Esecutivo la proposta di delibera sulla realizzazione dei Programmi operativi delle comunità nazionali per il 2020-2024. Una volta approvati i piani operativi diventeranno parte integrante del Programma di governo.
“Con questa bozza di delibera ci accingiamo a realizzare i piani operativi che definiranno i meccanismi di tutela dei diritti sanciti alle minoranze nazionali e sosteranno le attività dei loro enti ai sensi della Legge costituzionale sui diritti delle minoranze nazionali e ad altre norme speciali”, ha dichiarato ieri Milošević, al quale è stato affidato il compito di coordinare la stesura dei documenti in questione. Oltre agli organi dell’Amministrazione statale competenti per la materia, nella realizzazione dei Programmi operativi saranno coinvolti pure i deputati eletti nella XII circoscrizione, incluso il parlamentare della CNI, il vicepresidente del Sabor, Furio Radin.
La delibera stabilisce che i deputati delle etnie forniscano all’Ufficio per i diritti umani e i diritti delle minoranze nazionali le proposte di attività programmatiche entro 15 giorni dall’entrata in vigore della medesima. Nella motivazione della decisione è stato rilevato che il Programma di governo per il 2020-2024 sancisce che l’Esecutivo continuerà a promuovere la cultura della tolleranza e ad attuare scrupolosamente la politica attinente allo Stato di diritto e ai diritti sanciti alle comunità nazionali dalla Costituzione e della Legge costituzionale sui diritti delle minoranze.

Facebook Commenti