Croazia. Tutti possono tornare a scuola: ecco le nuove linee guida

Alunni e genitori davanti all'ingresso della scuola elementare italiana San Nicolò di Fiume. Foto Goran Žiković

L’Istituto nazionale per la salute pubblica ha reso noto che la situazione epidemiologica è soddisfacente, tanto che tutti i bambini possono tornare negli asili e nelle scuole, naturalmente attendendosi alle misure igienico-sanitarie. Le linee guida, pubblicate oggi mercoledì 20 maggio, si riferiscono all’attività degli istituti prescolastici e le lezioni dalla prima alla quarta classe delle scuole elementari, nonché per il lavoro con i bambini con difficoltà nello sviluppo a partire dal 25 maggio. Infatti, gli allievi dalla quinta all’ottava delle elementari e gli studenti dalla prima alla quarta delle medie concluderanno l’anno scolastico online.

Nelle linee guida si legge che, oltre alla consuete misure di distanziamento sociale (1,5 metri) e il rispetto delle norme igieniche, l’Istituto non consiglia più l’uso delle mascherine, però invita i genitori a misurare ogni giorno la febbre ai propri figli prima di portarli in asilo o scuola. In aula d’ora in poi potranno esserci dai 15 ai 20 alunni (finora il massimo consentito in aula era di 9 alunni), mentre nel caso venga superato questo numero, le lezioni saranno organizzate in un’aula più grande o la classe sarà suddivisa in due gruppi. I genitori, inoltre, non dovranno più firmare alcuna dichiarazione e potranno mandare i figli a scuola indipendentemente dal loro status lavorativo. Ora non saranno soltanto le persone con meno di 65 anni a poter venire a prendere i bambini in asilo o a scuola. Infine, saranno svolte tutte le materie, ad eccezione dell’educazione fisica, che si consiglia di svolgere soltanto all’aperto.

Facebook Commenti