Croazia. Vaccinato solo il 35,2% dei cittadini

covid
Un centro per la vaccinazione a Sebenico

Non arrivano buone notizie sul fronte della vaccinazione in Croazia. Nel rapporto
dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (HZJZ), pubblicato lo scorso weekend, si evince che solo il 35,2 per cento dei cittadini croati ha completato il ciclo vaccinale. Una percentuale molto bassa, soprattutto se si prende in considerazione che il governo puntare a immunizzare almeno il 50-55 per cento cittadini fino alle fine di giugno. La Regione più virtuosa è quella di Zagabria, dove 40,4 per cento della popolazione si è fatto  somministrare entrambe le dosi. Nel Quarnero e nel Gorski kotar, invece, questa
percentuale scende al 39,3 per cento, ma è più alta di quella riscontrata in Istria, dove il 38,1 per cento dei cittadini ha fatto anche il richiamo.
E da oggi sulla costa croata, da Umago a Ragusa (Dubrovnik) che sulla mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) è colorata di arancione sono in vigore le nuove misure. Le restrizioni riguarderanno sopratutto gli eventi artistico-culturali e i matrimoni, dove si potrà accedere solo con il green pass.

Facebook Commenti