Croazia: un milione di vacanzieri in arrivo

Il confine croato-sloveno di Rupa, alle spalle di Fiume

Più di un milione di turisti stranieri, in primo luogo sloveni, tedeschi e austriaci, hanno annunciato il loro arrivo in Croazia. A darne notizia è stato Tomislav Kufner, direttore del Reparto per i Paesi confinanti presso il ministero degli Affari Interni. I cittadini con passaporto straniero vengono invitati a far uso dell’applicazione entercroatia.mup.hr attraverso la quale i vacanzieri possono sveltire le pratiche d’ingresso in Croazia. Ciò in quanto all’entrata nel Paese vengono tuttora raccolti alcuni dati epidemiologici, come ad esempio numero di telefono e luogo in cui soggiornerà lo straniero. Il tutto onde evitare lunghe code e tempi d’attesa estenuanti.
Attualmente in Croazia sono aperti 644 alberghi e 344 campeggi ai quali quotidianamente se ne aggiungono altri visto che il numero di turisti sta aumentando di giorno in giorno per una media di 30mila. È quanto riportato nella nuova newsletter in lingua croata ed inglese dell’Associazione croata del turismo (HUT) intitolata “Croatia Tourism & Travel Weekly”. Nel bollettino si può trovare altresì un dato molto importante: “dall’inizio dell’anno fino alla fine di giugno 1,6 milioni di vacanzieri hanno soggiornato in Croazia e nessun ha contratto il coronavirus”. “Anche se in Croazia non sono in vigore divieti (è obbligatorio soltanto indossare la mascherina negli autobus e in talune Regioni si consiglia l’utilizzo delle stesse anche nei luoghi chiusi), gli standard di sicurezza sono elevati in tutti gli impianti turistici”, si legge ancora nel bollettino dell’HUT.

Facebook Commenti