Croazia. «Troppi morti? Misure tardive»

Il Covid-19 in Croazia ad oggi ha stroncato le vite di 8.165 persone. Il Presidente della Repubblica Zoran Milanović ci vuole vedere chiaro. Come mai abbiamo duemila morti su un milione di abitanti, è stata la domanda posta dal Capo dello Stato agli esperti invitati a dare una spiegazione in merito. Secondo alcuni membri del Consiglio scientifico, istituito dal governo per combattere l’epidemia da coronavirus, la ragione principale è il ritardo con cui sono state attuate le misure antiepidemiche. Secondo l’epidemiologo Branko Kolarić e Ozren Polašek della Facoltà di medicina di Spalato, le restrizioni (che all’epoca non includevano pure il lockdown) sarebbero dovute scattare tre-quattro settimana prima. Quando furono attuate il coronavirus aveva già preso il sopravvento ed era ormai troppo diffuso. “E sappiamo benissimo che quando si registra un elevato numero di contagiati anche le ospedalizzazioni sono numerose e purtroppo non mancano i decessi”, ha dichiarato Kolarić.

Facebook Commenti