Croazia. Stop ai petardi: il governo fa sul serio

Proposte modifiche alla Legge in materia: previste multe fino a 15mila kune per i cittadini e fino a 30mila kune per i venditori

Foto Borna Filic/PIXSELL

Stop ai petardi. Il Ministero degli Interni ha deciso di avviare il dibattito pubblico sulle modifiche alla Legge sulle sostanze esplosive, la produzione e il commercio delle armi che, tra l’altro, prevede il divieto di vendita e uso dei petardi per tutto l’anno. Il Ministero ha deciso di intraprendere questo passo perché “l’attuale normativa viene violata facilmente”. Con le modifiche, infatti, si svuole vietare la vendita e l’uso dei petardi che appartengono anche alla categoria F2. Questo divieto è attualmente in vigore solo per i botti inclusi nella categoria F3, ma a causa delle disposizioni tuttora in vigore i cittadini non potevano acquistare i petardi F3, ma potevano possederli e la polizia non aveva la possibilità di sanzionare coloro che si macchiavano del reato di disturbo alla quiete pubblica.
Inoltre, anche se la Legge vieta la vendita di mezzi pirotecnici ai minorenni, in base ai dati in possesso del Ministero degli Interni, è proprio questa categoria di persone in cui si contano gli incidenti più frequenti. In questo senso, dal 15 dicembre 2017 all’8 gennaio 2018, sono rimaste ferite 16 persone, di cui cinque bambini con meno di 14 anni, mentre dal 15 dicembre 2018 all’8 gennaio 2019 hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso 23 persone, di cui 6 bimbi.
I mezzi pirotecnici delle categoria F2 e F3 che servono per i fuochi d’artificio di piccole dimensioni, ai sensi delle modifiche alla Legge, potranno essere acquistati dai cittadini nel periodo dal 15 dicembre all’1 gennaio, e potranno essere usati dal 27 dicembre all’1 gennaio.
Nel caso in cui le nuove disposizioni non dovessero essere rispettate, alle persone giuridiche che vendono i petardi saranno comminate delle mute da 10 a 30mila kune, mentre i cittadini che acquistano, possiedono o usano i mezzi pirotecnici in contrasto con la normativa, andranno incontro a una multa da 5 a 15mila kune.

Facebook Commenti