Croazia: ospedalizzazioni sotto quota 2mila. Non succedeva da novembre

Foto: Patrik Macek/PIXSELL

Non succedeva dal 22 novembre scorso. “Per la prima volta negli ospedali in Croazia sono ricoverati meno di 2mila pazienti Covid”. Lo ha detto il ministro della Salute, Vili Beroš, il quale ha espresso la convinzione che “le attuali misure anticoronavirus diano i risultati desiderati”. Però, ha lanciato un monito “Ma non bisogna credere che l’epidemia sia finita”.
Stando ai dati diffusi oggi, mercoledì 13 gennaio, dalla task force sull’andamento epidemiologico nel Paese, sono 1.993 i pazienti Covid ricoverati negli ospedali di cui 193 sono attaccati al respiratore. Tra martedì e oggi sono stati confermati 1.135 nuovi casi di coronavirus su 7.713 test eseguiti (indice di positività al 14,7%), mentre 26 persone sono decedute. Tra le vittime vi sono 3 pazienti con una malattia pregressa mentre tutti gli altri hanno avuto varie altre comorbidità. La vittima più giovane aveva 49 anni ed era affetta da tumore. L’età media dei deceduti è stata di 78,5 anni. In Croazia i casi attivi di coronavirus sono attualmente 5.300 con 18.219 cittadini in isolamento domiciliare.

Facebook Commenti