Croazia: ancora 64 morti. I decessi dall’inizio della pandemia sono 10.050

0
Croazia: ancora 64 morti. I decessi dall’inizio della pandemia sono 10.050
Foto: Goran Kovacic/Pixsell

Dall’inizio della pandemia ad oggi il Covid ha causato la morte di oltre 10.000 persone. Oggi, mercoledì 17 novembre, è stata superata questa triste cifra. Nelle ultime 24 ore, infatti, sono decedute ben 64 persone che avevano contratto il coronavirus e ora il numero dei morti è di 10.050. “E’ una cifra terribile”, ha commentato il premier Andrej Plenković.
Nel frattempo sono stati registrati nuovi 6.670 nuovi casi di Covid. Si tratta dei positivi scoperti al termine dei tamponi PCR, ai quali però non sono stati aggiunti i circa 1.300 contagiati scoperti ieri dai test rapidi antigenici che vengono effettuati per ottenere il green pass necessario ai dipendenti pubblici e statali per accedere al lavoro e per tutti coloro che devono entrare in una istituzione statale o pubblica, obbligo in vigore da martedì 16 novembre. Quindi, oggi sarebbero quasi 8.000 i nuovi infettati, ma anche finora i test antigenici non venivano conteggiati nel bollettino della task force nazionale. Quindi, oggi, mercoledì 17 novembre, il totale dei nuovi casi di Covid è inferiore di circa il 10% rispetto a una settimana fa, quando si contavano 7.315 infezioni, mentre 14 giorni prima il numero si era fermato a 4.573.

Aumentano ricoveri e intensive

Preoccupante il dato sui ricoveri e le terapie intensive. Attualmente si trovano in ospedale 2.433 pazienti, ossia 55 in più rispetto al giorno prima. Nelle unità di terapia intensiva degli ospedali croati sono attaccati al respiratore 323 persone, per una crescita di 36 unità in sole 24 ore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display