Croazia: record di contagi: 306. Misure anti-virus in Dalmazia

Foto: PIxsell

Per il quarto giorno consecutivo in Croazia viene abbattuto il record di casi giornalieri di coronavirus. Oggi, come fatto sapere dalla Task force della Protezione civile nazionale, ci sono 306 nuovi infetti che portano il numero di casi attivi a 2.052.Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 2.574 tamponi. Sono 143 i pazienti ricoverati negli ospedali, di cui 12 sono attaccati al respiratore. Stando al bollettino dell’Unità di crisi della Protezione civile una persona è deceduta a causa del Covid-19. In autoisolamento si trovano attualmente 6.868 persone.
La Task force della Protezione civile croata ha prorogato la misura relativa alla chiusura di bar e locali notturni allo scoccare della mezzanotte, misura che sarebbe dovuta scadere il 24 agosto ma che resterà in vigore fino al 7 settembre.
Dalmazia. Ecco le misure antivirus
Vista la situazione epidemiologica critica in alcune aree della Dalmazia, su suggerimento dei responsabili regionali, la Task force nazionale per il contenimento della diffusione del coronavirus, ha varato una serie di misure restrittive che entrano in vigore il 24 agosto per la durata di 14 giorni. Valgono esclusivamente per l’area della Regione di Spalato dove nelle ultime 24 ore ci sono stati 83 nuovi casi di coronavirus.
Fra le misure varate: alle cerimonie nuziali possono essere presenti un massimo di 50 persone. Altre feste e celebrazioni private possono essere organizzate solo in ambito familiare e con una presenza che non supera le 20 persone.
Le strutture di ristorazione che rientrano nella categoria “bar” e “bistrot” si possono servire gli ospiti solo in aree aperte (terrazze, ecc.). I funerali possono venir celebrati alla presenza di un massimo di 50 persone. Le condoglianze non devono venir espresse a stretto contatto. Le aziende agricole familiari che forniscono servizi di ristorazione (agriturismi) non possono accogliere gruppi di persone superiori alle 20 persone.

Facebook Commenti