Croazia lista gialla. Possibili lunghe attese ai confini con la Slovenia

Il valico di confine croato-sloveno di Rupa. Foto Nel Pavletic/PIXSELL

Sono probabili  incolonnamenti e  tempi di attesa più lunghi ai valichi di confine  con la Slovenia. Il ministro degli Interni sloveno Aleš Hojs, ha confermato che la Slovenia ha declassato la Croazia dalla “lista verde” alla “lista gialla” dei Paesi epidemiologicamente meno sicuri dalla mezzanotte di oggi, il che  renderà più elaborate le operazioni di  controllo quando si entra in Slovenia.
Come ha spiegato, ciò è stato fatto a causa del peggioramento del quadro epidemiologico in Croazia, ma principalmente a causa dei cittadini sloveni o di quelli con residenza permanente in Slovenia che hanno mentito alle autorità ufficiali slovene al loro ritorno in Slovenia.
“Ogni passaggio di un Paese da una listabverde a una gialla e viceversa è collegata a una specifica situazione epidemiologica”, ha detto Hojs, aggiungendo che la Croazia aveva già superato il criterio di 10 nuove infezioni per 100.000 abitanti al giorno per un periodo di 14 giorni. Otre alla Croazia, la Slovenia ha declassato allo stesso modo Francia e R. Ceca

Facebook Commenti