Croazia. Lo stipendio minimo aumenterà a 3.400 kune

Il ritocco del 4,61 p.c. scatterà da gennaio. In 4 anni un aumento del 36,21 per cento

Foto: Davor Puklavec/PIXSELL

Nel 2021 la paga minima aumenterà. Gli importi sono stati fissati a 3.400 kune nette, ossia 4.250 kune lorde. Si tratta di un aumento di 150 kune rispetto allo stipendio minimo medio di quest’anno, ossia il 4,61 per cento in più. Il premier Andrej Plenković ha spiegato come l’aumento che scatterà il primo gennaio sarà particolarmente rilevante se confrontato ai valori dello stipendio minimo del 2016, ossia 1.130 kune lorde in più, pari a 904 kune nette. “In questo modo lo stipendio minimo risulterà aumentato del 36,21 per cento in quattro anni”, ha affermato Plenković. “Considerando i cambiamenti nella tassazione e gli aumenti, lo stipendio minimo lordo rappresenta in questo momento il 44,25 per cento della paga lorda corrisposta nei primi sette mesi dell’anno in corso”, ha spiegato il segretario di Stato presso il Ministero del Lavoro, del Sistema previdenziale, della Famiglia e delle Politiche sociali, Dragan Jelić. La decisione è stata accolta con soddisfazione della Commissione per le paghe minime, che per il 2021 aveva proposto un aumento fino ad eventuali 4.407,82 kune lorde. Soddisfatti pure i Sindacati.

Facebook Commenti