Croazia. Listino prezzi, occhio a quelli calmierati dal governo

0
Croazia. Listino prezzi, occhio a quelli calmierati dal governo
Foto: Emica Elvedji

In base alla decisione del governo  da oggi, sabato 10 settembre,  i commercianti devono ridurre i prezzi di diversi alimenti. Ciò significa che a partire da oggi, i rivenditori devono ridurre i prezzi di dieci articoli fissati dal governo, in media di oltre il 30%. Secondo i piani del governo, i prezzi dovrebbero essere validi per i prossimi tre mesi.

Secondo la decisione del governo, il prezzo al dettaglio più alto per l’olio di girasole commestibile per litro non deve superare le 15,99 kune (2,12 euro). Il prezzo al dettaglio più alto del latte a lunga conservazione (UHT) con il 2,8% di grasso  per litro non deve superare 7,39 kune (0,98 euro), mentre lo zucchero bianco non deve costare più di 7,99 kune (1,06 euro) per chilogrammo. Il prezzo al dettaglio più alto per la farina di tipo T-550 liscia per chilogrammo non deve superare 5,99 kune (0,80 euro) e per il tipo T-400 per chilogrammo non deve superare 6,29 kune (0,83 euro).
Per la spalla di maiale disossata, il prezzo più alto è fissato a 24,99 kune (3,32 euro) al chilogrammo, così come per il collo di maiale con osso e per la carne tritata mista a 32,99 kune (4,38 euro) al chilogrammo.
Un pollo intero non può essere venduto a più di 24,99 kune (3,32 euro) per chilogrammo.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display