Croazia. Le vittime del Covid sono 51. Beroš: «Prepararsi per l’Omicron»

Dopo i 75 morti di venerdì, oggi, sabato 27 novembre, in Croazia il virus Sars-Cov-2 ha causato altre 51 vittime. Dall’inizio della pandemia 10.695 persone hanno perso la battaglia contro il Covid.
Intanto, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 5.502 contagi, a fronte di 13.372 tamponi eseguiti, per un tasso di positività del 41,1%. D segnalare che la situazione peggiore si verifica a Zagabria, dove sono stati effettuati 1.858 test, di cui sono risultati positivi 939 (50,5%). Negli ospedali croati sono in cura 2506 pazienti, mentre 324 hanno bisogno del respiratore.
“Dobbiamo essere pronti a tutto”. Così il ministro della Salute, Vili Beroš, commenta l’emergenza causata dalla variante sudafricana del Covid, Omicron. “Comunque vada, contro le mutazioni l’unica vera arma è rappresentata dal vaccino”. Da qui l’appello del ministro ai cittadini di farsi somministrare il siero antiCovid.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.