Croazia. Insegnanti, il 60% degli insegnanti non vuole vaccinarsi

Una donna viene immunizzata nel centro vaccinale al Palasport di Zamet, a Fiume. Foto Goran Žiković

Il ministro della Scienza e dell’Istruzione, Radovan Fuchs, si è detto sorpreso dello scarso interesse dimostrato dagli insegnanti per la vaccinazione antiCovid. Due terzi degli operatori scolastici, ossia il 64 per cento, infatti, non intende sottoporsi all’immunizzazione. Nella Regione di Koprivnica e Križevci si registra la percentuale più alta di interessati, il 45,66 per cento, mentre quella più bassa si ha nella Regione raguseo-narentana con soli 16,91 punti percentuali. “Sono davvero stupito. Mi aspettavo un interesse maggiore da parte degli insegnanti proprio ora che siamo giunti alla fase in cui tutto è ben organizzato per quanto riguarda la campagna vaccinale degli insegnanti che appartengono a un gruppo prioritario per la vaccinazione”, ha dichiarato Fuchs, secondo il quale è stata fatta “una pubblicità negativa a un buon vaccino” e, inoltre, parte degli operatori scolastici è stata già immunizzata. Il ministro ha dichiarato pure che dall’inizio della pandemia ad oggi il 12 per cento degli operatori scolastici ha contratto il coronavirus. Secondo Ana Tuškan, segretaria del Sindacato degli insegnanti, gli operatori scolastici dovrebbero avere la possibilità di scegliere con quale siero vaccinarsi.

Facebook Commenti