Croazia. Inflazione al 7,3%

0
Croazia. Inflazione al 7,3%

L’inflazione nel mese di marzo è stata del 7,3 per cento. È il tasso più alto
dall’estate 2008. A rilevarlo è l’Istituto statale do statistica (DZS). Rispetto a febbraio i prezzi al consumi sono aumentati in media del 2,1 percento mentre se paragoniamo il primo trimestre di quest’anno allo stesso periodo del 2021 scopriremo che i prezzi sono
lievitati del 6,4 per cento. I prezzi dei generi alimentari, compresi quelli delle bevande analcoliche, che rappresentano un quarto del
paniere, sono cresciuti su base annua di 10,3 punti percentuali. I costi dei trasporti, visto il caro benzina, sono lievitati del 14,4 per cento mentre le bollette di acqua, luce, gas hanno subito un aumento annuo di 3,8 punti percentuali. Rispetto a febbraio a crescere maggiormente sono stati i prezzi che hanno riguardato abbigliamento e calzature (+12,2 per cento), i trasporti (+5,3 per cento) nonché i ristoranti e gli alberghi (+1,8 per
cento).
”Con le pressioni inflazionistiche
precedentemente presenti generate dall’aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari, nell’attuale contesto di conflitti geopolitici e di estrema incertezza sulla loro durata e l’esito, le pressioni inflazionistiche si fanno sempre più forti”, affermano gli analisti della Raiffeisen Bank.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display