Croazia. Il Covid corre tra i giovani

0
Croazia. Il Covid corre tra i giovani

Il direttore della Clinica per le malattie infettive del Centro clinico-ospedaliero di Spalato, Ivo Ivić, non nasconde la propria preoccupazione per il crescente numero di contagi tra i giovani, che successivamente rischiano di trasmettere il coronavirus agli anziani della regione di Spalato e della Dalmazia, in cui il numero di vaccinati non è elevato. “Ogni giorno giovani persone vengono ricoverate in ospedale. Si tratta di pazienti che non sono vaccinati. Va detto che circa il 40 per cento degli ospedalizzati sono stranieri che hanno importato il coronavirus”, ha dichiarato Ivić aggiungendo di comprendere la voglia d’estate e di tornare alla normalità tra i giovani, ma senza l’applicazione di misure restrittive e controlli la situazione epidemiologica non potrà fare altro che peggiorare. “Tutto il nostro Paese, e soprattutto la Regione di Spalato, fanno affidamento sul turismo. Spetta a coloro che gestiscono quest’emergenza convincere le persone a rispettare le misure antiCovid”, ha concluso il direttore della Clinica per le malattie infettive del CCO di Spalato.

Ricorderemo che ieri sono scattate in Croazia le nuove restrizioni per combattere l’espansione del Covid-19 e soprattutto della variante Delta che sta preoccupando gli esperti visto che è la più contagiosa.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display