Croazia. Il Covid-19 riprende vigore

0
Croazia. Il Covid-19 riprende vigore
Due donne con la mascherina per le vie di Zagabria. Foto: Pixsell

“La guerra in Ucraina ha fatto calare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla pandemia che però non è finita.” Lo ha avvertito Nataša Ban Toskić, a capo del Coordinamento croato dei medici di famiglia (KoHOM) commentando la situazione epidemiologica in Croazia. “Nelle ultime due settimane si registra un aumento dei contagi da Covid. Si ammalano tutti, vaccinati e non vaccinati. I pazienti comunque presentano sintomi lievi. Si rivolgono a noi per altri motivi e poi ci dicono di avere mal di gola, il naso che cola e si stupiscono poi nel vedere positivo il loro test al coronavirus. Per tale motivo è molto importante non allentare ulteriormente le restrizioni antiCovid. Le mascherine vanno indossate e va mantenuta anche la distanza interpersonale”, ha spiegato Ban Toskić aggiungendo come “la fine della pandemia sia ancora lontana”.

Nelle ultime 24 ore in Croazia il numero delle persone risultate positive al coronavirus è aumentato rispetto al gorno prima. Oggi ci sono 2.077 neoinfetti mentre ieri ce n’erano 1.254. Tredici, invece, i decessi riconducibili al Covid. I pazienti ricoverati sono 633 di cui 43  si trovano in terapia intensiva.

 

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display