Croazia, green pass: l’opposizione si rivolge alla Corte costituzionale

0
Croazia, green pass: l’opposizione si rivolge alla Corte costituzionale

L’opposizione si è rivolta alla Corte costituzionale affinché sia vagliata la legittimità dell’obbligo dei green pass stabilito negli enti pubblici su indicazione dalla Task force della Protezione civile. Sono 34 i deputati a chiedere ai giudici di piazza San Marco di procedere alla valutazione della costituzionalità dell’utilizzo dei certificati Covid. Ad apporre la firma per tale richiesta sono stati i parlamentari dell’SDP, quelli raccolti nel Gruppo parlamentare dei socialdemocratici, della Dieta democratica istriana, del Centro e GLAS, nonché dell’HSS e del Fronte dei lavoratori (RF). A darne notizia è stata Sandra Benčić, parlamentare del Gruppo dei Verdi e della Sinistra (ZLB). “Non per il contenuto degli stessi bensì per il modo in cui è stata presa la decisione relativa al loro utilizzo”, ha spiegato la deputata secondo la quale tutte le decisioni riguardanti la limitazione dei diritti umani durante la pandemia (che viene considerata uno stato d’emergenza) devono essere approvate con la maggioranza dei due terzi dei componenti del Parlamento croato, come previsto dall’Articolo 17 della Costituzione.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display