Croazia. Gli aeroporti si preparano per Schengen

0
Croazia. Gli aeroporti si preparano per Schengen
L'aeroporto di Pola

Lo scorso primo gennaio si è avuta l’abolizione dei controlli ai valichi terrestri e marittimi della Croazia con i Paesi dell’area Schengen. Dal 26 marzo prossimo invece lo stesso avverrà pure negli aeroporti in occasione del passaggio dall’ora solare a quella legale, ossia durante l’ultimo fine settimana di marzo. E gli aeroporti croati si stanno preparando in vista di tale data. Infatti, vengono effettuati interventi di adeguamento ai terminal passeggeri come pure in altre aree di movimento dei passeggeri. Negli scali aerei dei Paesi Schengen è necessario modificare le uscite o gates per gli aerei in arrivo e in partenza dalla Croazia in modo da separare i passeggeri, ovvero indirizzarli verso le uscite dove non vengono effettuati controlli. Il che va fatto pure negli scali croati che entreranno, diciamo così, nello
Spazio Schengen alla fine di marzo. Sarà questo l’ultimo passo relativo al processo di adesione del Paese all’Area senza frontiere. Si prevedono pertanto una crescita degli affari e risparmi temporali ed economici soprattutto nei settori turistico e dei trasporti.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display