Croazia. Cresce inesorabilmente il numero dei contagi: 677 in 24 ore

Turisti in attesa d'imbarco nel porto di Spalato. Foto: Pixsell

Aumenta inesorabilmente il numero dei contagi e delle ospedalizzazioni in Croazia. Nelle ultime 24 ore si segnalano 677 casi positivi, mentre i decessi per Covid sono quattro. Sono ricoverati in ospedale 356 pazienti di cui 46 in terapia intensiva. Pertanto è possibile che già domani, alla luce del forte aumento dei contagi in Dalmazia, tutta la fascia litoranea, ora in zona arancione, si tinga di rosso. Secondo gli analisti però neppure il passaggio in zona rossa dovrebbe compromettere il buon andamento della stagione turistica, in particolare per il fatto che a settembre e ottobre arrivano soprattutto villeggianti più anziani, la stragrande maggioranza dei quali è già vaccinata.
Le autorità sanitarie, intanto, si preparano per la quarta ondata, quella autunnale, della pandemia, che di fatto sta già prendendo piede. È stato deciso che ogni ospedale dovrà avere il suo reparto Covid, per fronteggiare al meglio l’emergenza coronavirus. La campagna vaccinale, nel frattempo, prosegue a singhiozzo: le cose vanno meglio a Zagabria, mentre la Dalmazia resta il fanalino di coda, vista la scarsa propensione dei cittadini a immunizzarsi. Di vaccini, infatti, ce ne sono più che a sufficienza dappertutto. I sanitari avvertono che la grande maggioranza delle persone decedute per Covid dall’inizio della quarta ondata non era vaccinata. Se anche c’è stato qualche decesso con la presenza del coronavirus si è trattato di malati affetti da altre gravi comorbidità.

Facebook Commenti