Croazia. Autostrade vuote: -29 p.c.

Pubblicati i dati sul traffico nei primi otto mesi dell’anno. Introiti notevolmente ridotti

L’autostrada Fiume-Zagabria termina a Rupa, al confine con la Slovenia. Foto: Goran Kovacic/PIXSELL

I primi otto mesi dell’anno hanno visto riduzioni di ogni tipo, fra queste anche quella del numero dei veicoli transitati sulle autostrade della Croazia. Le vetture transitate in questo periodo, infatti, sono state circa 30 milioni, ossia il 29 per cento in meno rispetto alla stesso periodo del 2019. Questo calo dei numeri assoluti, ovviamente, ha provocato anche una diminuzione degli incassi, che a dire il vero è stato ancora maggiore, perché a fronte di 1,5 miliardi di kune di pedaggi, la diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso è pari al 31 per cento.
Curiosamente, però, anche in questo settore, c’è chi è ottimista. Le Autostrade (HAC), infatti, hanno prodotto un comunicato nel quale si spiega come allo scoppio dell’epidemia da coronavirus nel Paese abbiano rimodellato i loro piani di funzionamento, programmando l’anno di attività in base a una riduzione delle entrate derivanti dai pedaggi del 35 per cento. Considerando, però, che la stagione turistica è stata superiore alle aspettative, è stato più grande del previsto anche il numero di automobili e altri mezzi a motore transitati sulle autostrade croate, facendo sì che gli incassi si riducessero un po’ meno del previsto.

La A7 Fiume-Rupa è la più colpita

I cali, però, non sono stati lineari in tutto il Paese, con alcune tratte che sono state colpite molto più di altre. Fra queste l’A7, ossia la Fiume – Rupa, che ha visto ben il 46 per cento di veicoli in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Tutta questa complessa situazione non ha, però, bloccato gli investimenti previsti dall’HAC nel corso del 2020, che in base ai piani dovrebbero ammontare a 401 milioni di kune, 196,1 dei quali sono riservati per interventi di costruzione e 204,9 per attività di manutenzione straordinaria, con 219,1 milioni di kune che sono già stati spesi nel corso dell’anno.
Una delle novità principali dell’anno dovrebbe essere l’assorbimento dell’AZR, ossia della società che gestisce l’autostrada Fiume – Zagabria, all’interno dell’HAC, un’operazione che andrà completata entro il 31 dicembre dell’anno in corso, in conformità con la decisione del governo del 21 maggio scorso.

Facebook Commenti