Croazia. Ancora 60 casi e due nuove vittime

Il ministro dell'Interno, Davor Božinović. Foto Davor Puklavec/PIXSELL

Nelle ultime 24 ore in Croazia sono stati registrati 60 nuovi casi di coronavirus, mentre altre due persone hanno perso la vita. Tra le vittime un 90.enne di Sebenico e un 46.enne di Zagabria. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Vili Beroš, nel consueto punto stampa della task force nazionale.
“Il 46.enne deceduto non aveva malattie pregresse e anche se è un fatto raro abbiamo sempre avvertito che esiste la possibilità che anche persone relativamente giovani possano andare incontro a gravi complicanze”, ha aggiunto Alemka Martkotić dell’Ospedale Fran Mihaljević di Zagabria. Poi qualche ora dopo è arrivata la smentita. L’uomo era tetraplegico e aveva diverse malattie pregresse. Nel tardo pomeriggio sono arrivate anche le scuse della Markotić: “Ho avuto informazioni sbagliate. Mi scuso con la famiglia e l’opinione pubblica”.
E-pass, richieste anche dai contagiati
Parlando dell’e-pass, il ministro dell’Interno, Davor Božinović, ha reso noto che ne sono state emesse oltre 630mila. “Abbiamo ricevuto addirittura 2.629 richieste di persone che sono costrette all’autoisolamento, ma soprattutto non mi capacito del fatto che ben 28 contagiati abbiano avuto il coraggio di chiedere il lasciapassare per spostarsi da un comune all’altro”.

Facebook Commenti