Morti da Covid: Croazia al 18.mo posto nel mondo

Due infermieri scendono dall'ambulanza davanti all'Ospedale di Fiume. Foto Roni Brmalj

La Croazia occupa il 18.esimo posto al mondo per numero di morti ogni milione di abitanti. Lo riporta il sito di statistica Worldometers. Fanno peggio Ungheria, Gibilterra, Repubblica ceca, San Marino, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Bulgaria, Macedonia del Nord, Slovacchia, Belgio, Slovenia, Italia, Regno Unito, Brasile, Perù, Stati Uniti e Polonia. Oggi, infatti, è stata superata quota 7mila: i decessi dall’inizio della pandemia nel Paese è di 7001.
Intanto, la vaccinazione contro il coronavirus ingrana la quinta. “Finora in Croazia è giunto più di un milione di dosi del vaccino contro il Covid ed entro la fine di giugno ne arriveranno altri 3 milioni. Spetta ora al sistema sanitario assicurare che nella terza fase della campagna vaccinale possano essere immunizzati tutti quelli che lo vorranno”. Lo ha scritto su Twitter il premier Andrej Plenković. Anche il ministro della Sanità Vili Beroš ha fatto uso di Twitter per informare l’opinione pubblica che “il sistema sanitario è pronto ad affrontare tutte le sfide”. Nel Paese è scattata la mobilitazione generale del sistema sanitario che nei prossimi due mesi vedrà medici, infermieri, dipendenti degli istituti per la salute pubblica, delle Case della salute, ospedali, unità di medicina d’urgenza e, se necessario, anche medici e infermieri dell’Esercito croato e gli appartenenti alla Croce Rossa prendere parte alla campagna vaccinale per poter immunizzare entro la fine di giugno il 55 per cento della popolazione, come annunciato varie volte dal premier Plenković. Fino al 27 aprile sono state vaccinate 639.564 persone, di cui 173.420 hanno ricevuto anche il richiamo.

Facebook Commenti