Croazia. A fine estate possibile arrivo dei turisti cinesi

Un gruppo di turisti cinesi ai Laghi di Pltivice in una foto d'archivio. Foto Boris Scitar/Vecernji list/PIXSELL

Nonostante Wuhan sia stato il focolaio da cui si è scatenata la pandemia da coronavirus che ha bloccato il pianeta, entro la fine di agosto, inizio settembre, potrebbero vedersi in Croazia i primi turisti cinesi, riportano alcuni media che citano fondi del Ministero del Turismo.
Ovviamente tutto dipenderà dalla situazione epidemiologica sia in Croazia che nel Paese del Dragone. Inoltre, resta da vedere a che punto saranno i collegamenti aerei tra Cina e Ungheria, dal momento che l’aeroporto di Budapest rappresenta l’hub per l’arrivo in Europa di ospiti cinesi.
Se la situazione dovesse essere soddisfacente il ripristino delle relazioni turistiche tra Croazia e Cina è molto probabile. Tuttavia, a giugno la Croazia spera di stabilire relazioni bilaterali dal punto di vista turistica con altri 5 Paesi europei, sul modello di quanto fatto con la Slovenia. Per come stanno le cose ora, a fine settimana si potrebbe sapere con quali Stati verrà aperto un corridoio preferenziale per il flusso di turisti. Presumibilmente, oltre alla Slovenia, si tratta di Ungheria, Austria, Repubblica Ceca e Slovacchia. L’apertura con tutti non necessariamente sarà orchestrata allo stesso momento, ma l’inizio di giugno è il periodo prescelto per una seconda ondata di accordi bilaterali, mentre il terzo avverrebbe dal 15 giugno, quando ci dovrebbe essere il disco verde ai turisti tedeschi.

Facebook Commenti