Croazia: 8,3 mln di euro ai partiti, ai deputati indipendenti 53mila

0
Croazia: 8,3 mln di euro ai partiti, ai deputati indipendenti 53mila
L'ingresso del Sabor, il Parlamento di Zagabria. Foto Željko Jerneić

La Commissione parlamentare per la Costituzione, il Regolamento e il Sistema politico ha approvato la ripartizione dei mezzi finanziari per le attività che verranno svolte nel 2023 dai partiti politici e dai deputati indipendenti. Si tratta di 8,3 milioni di euro. Per la prima volta tale somma, che verrà attinta dal Bilancio statale, è stata espressa in euro, visto che dal primo gennaio dell’anno prossimo sarà questa la valuta nazionale in Croazia. L’HDZ, che conta il maggior numero di deputati al Sabor, otterrà 3,4 milioni di euro. Al Partito socialdemocratico (SDP), invece, andranno 1,89 milioni di euro mentre al Movimento patriottico spetteranno circa 604mila euro e al Most poco meno di 433mila euro. Per quanto riguarda invece i parlamentari indipendenti – Furio Radin (deputato al seggio specifico della Comunità nazionale italiana al Sabor), Robert Jankovics, Vladimir Bilek e Veljko Kajtazi – potranno contare su 53mila euro ciascuno. Ermina Lekaj Prljaskaj, in qualità di rappresentante del sesso sottorappresentato che ha diritto a ricevere il 10 per cento in più, riceverà invece poco meno di 59mila euro.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display