Croazia. 40 nuovi casi di Covid-19, fermi treni e bus

Sempre più alto il numero di contagiati da coronavirus in Croazia. Attualmente ce ne sono 168, ossia 40 in più rispetto a ieri. Tre pazienti sono attaccati al respiratore. Quello che preoccupa maggiormente è che numerose persone violano l’autoisolamento minacciando così la salute degli altri. „Finora vi ho invitato a rispettare le misure restrittive. Adesso invece pretendo da tutti che le regole siano prese seriamente in considerazione. Solo così potremo combattere contro questo virus“. Lo ha ribadito il ministro della Salute Vili Beroš durante l’odierna conferenza stampa dell’Unità di crisi della Protezione civile nazionale. Il ministro degli Affari Interni Davor Božinović ha tuonato: „Restate a casa!“ Possono uscire coloro che devono andare a lavorare, fare la spesa o in farmacia oppure in ospedale.
Da oggi restano fermi autobus e treni. Sospese, dunque, le linee intercittadine. Tutti gli spazi pubblici sono chiusi (parchi giochi, piazze, giardini). Non è possibile raggiungere le isole.
Niente passeggiate o assembramenti all’aperto. La polizia sarà molto rigorosa e potrà comminare multe.

Facebook Commenti