Croazia: 1042 casi e 8 morti

Krunoslav Capak, direttore dell'Istituto nazionale per la salute pubblica. Foto: Pixsell

Continua la marcia inarrestabile della variante Delta in Croazia. Oggi, venerdì 10 settembre, sono 1042 contagiati, a fronte di 10.353 tamponi effettuati, per un tasso di positività del 10,1%. “Una settimana fa i casi erano 816, mentre 14 giorni fa 596”, lo ha rilevato Krunoslav Capak, direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz). Capak ha sottolineato che l’incidenza più bassa si registra in Istria, mentre la situazione più grave si riscontra nella Regione di Spalato e della Dalmazia. “Prendendo in considerazione l’incidenza su 14 giorni, la Croazia occupa il 17.esimo posto nell’Unione europea. L’incidenza migliore è in Polonia e Ungheria, mentre Cipro e Irlanda sono i fanalini di coda. La Croazia si trova al 20.esimo per mortalità nell’Ue”, ha riferito Capak.
Negli ospedali sono ricoverate 552 persone (-2 su ieri), mentre sono attaccati al respiratore 59 pazienti (+1 rispetto al giorno precedente). Nelle ultime 24 ore sono morte 8 persone per complicazioni dovute al Covid.

Facebook Commenti