Croazia: 1.455 casi, 12 morti e oltre 20mila persone in isolamento

Cittadini in attesa del tram nel centro di Zagabria. Foto: Neva Zganec/PIXSELL

Continua la corsa del Covid in Croazia. Anche oggi, sabato 18 settembre, si registra un alto numero di nuovi casi: nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.981 tamponi, di cui 1.455 sono risultati positivi. Il tasso di positività è del 13,2%. Ma a preoccupare è soprattutto il fatto che sono decedute altre 12 persone, per un totale di 8.493 morti dall’inizio della pandemia.
In aumento anche i ricoveri e le terapie intensive. Oggi sono 658 i pazienti in cura negli ospedali, ossia 7 in più rispetto al giorno precedente, mentre hanno bisogno del respiratore 80 persone (+3 su ieri). Enorme anche il numero delle persone costrette all/isolamento domiciliare, 20.415 persone, dato cresciuto in modo esponenziale con l’avvio dell’anno scolastico.
Ma nonostante queste notizie preoccupante, la campagna vaccinale non decolla. Nel bollettino odierno della task force nazionale si legge che finora solo il 43,87% dei cittadini ha completato il ciclo vaccinale.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.