Croati di Trieste. Gara di solidarietà per Zagabria

Iniziati i lavori di sanamento dei danni riportati dalla Cattedrale di Zagabria

Solidarietà nell’epoca coronavirus che a Zagabria si salda con l’emergenza provocata dal terremoto. Le immagini del 22 marzo scorso continuano a commuovere tutti, una città piegata, l’ospedale evacuato e tante case rese inagibili dallo smottamento provocato dalle scosse. Gente nelle macchine, le neomamme con i loro bimbi appena nati in braccio, macerie da spostare ed una vita da ricominciare cercando anche di proteggersi dal Covid-19.
Per tutte queste ragioni, con la forte volontà di aiutare la capitale della Croazia ad uscire dall’impasse, anche la Comunità croata di Trieste, presieduta da Giancarlo Damir Murkovic, ha voluto abbracciare la comune causa e avviare una raccolta fondi per i terremotati di Zagabria, una città che oggi soffre e soltanto qualche settimana fa era stata il luogo in cui immaginare grandi progetti anche per i croati dell’FVG che sempre più fungono da collegamento tra le due vicine realtà, promuovendo cultura.
“In questi tempi difficili in cui tutti viviamo nell’emergenza causata dall’epidemia Covid-19 – ha sottolineato il presidente Murkovic –, Zagabria, la capitale della Croazia, è stata colpita da un forte terremoto che ha costretto i suoi abitanti a scappare dalle loro case e a rifugiarsi nelle strade nelle prime ore di quella domenica 22 marzo. Il terremoto ha causato ingenti danni, in particolare agli edifici nel centro storico, alla cattedrale, agli ospedali, ai musei…”.
Il pensiero corre alla terribile esperienza di quel giorno: “Per molto tempo rimarranno impresse nei nostri ricordi le immagini delle devastazioni causata dal sisma e in particolare quelle delle giovani mamme con in braccio i loro piccoli appena nati nelle fredde strade di Zagabria e quelle dei neonati ancora nelle incubatrici evacuati dall’ospedale di via Petrova”.
Di fronte a tutto ciò la Comunità ha deciso di impegnarsi per raccogliere aiuti: “Anche questa volta, come è sempre accaduto in passato – ha concluso il presidente – sin dai difficili momenti passati negli anni ‘90, la Comunità croata di Trieste si è attivata per stare al fianco dei propri connazionali in Madre Patria e per portare un aiuto concreto lì dove ce n’è più bisogno. Per questi motivi la Comunità croata di Trieste sta organizzando una raccolta fondi al fine di aiutare la ricostruzione del Reparto di Neonatologia della Clinica di Ostetricia e Ginecologia Petrova di Zagabria (KBC Zagreb, Petrova 13, 10000 Zagreb-Croazia) con l’acquisto di attrezzature, macchinari e medicinali”.
L’iniziativa di raccolta fondi è partita il 24 marzo 2020 e si concluderà il 13 aprile 2020. Al termine dell’iniziativa, per una questione di trasparenza, ampia pubblicità verrà data sulla destinazione delle somme raccolte e sulla donazione alla Clinica Petrova tramite i canali social (facebook e twitter) della Comunità Croata di Trieste. È possibile effettuare la propria donazione esclusivamente tramite bonifico bancario indirizzato al seguente C/C bancario: IBAN: IT73H0306902222100000000131 BIC: BCITITMM intestato a: Comunità croata di Trieste/causale: aiuto per il terremoto di Zagabria.

Facebook Commenti