Crikvenica, focolaio di coronavirus tra i terremotati all’albergo International

L'albergo International di Crikvenica

Dopo il terremoto, l’infezione da Covid. E’ questa la sorte toccata ad alcune persone della Croazia centrale che hanno perso tutto nel sisma del 29 dicembre scorso e che hanno trovato rifugio temporaneo nell’albergo International di Crikvenica, a una trentina di chilometri a sud di Fiume. Il coronavirus è penetrato nella struttura anche perché i terremotati ricevono spesso visite dai propri familiari che sono rimasti nelle aree colpite dalla scossa che ha distrutto Petrinja. Le persone che hanno contratto il Covid sono state isolate nelle loro stanze, come pure alcuni impiegati dell’albergo.

Facebook Commenti