La Slovenia riesce ad evitare la zona rossa

Uno scorcio di Lubiana

Nelle ultime 24 ore in Slovenia sono stati confermati 509 casi di coronavirus, mentre il tasso di positività dei tamponi è stato del 17,3 per cento. Osservando l’incidenza bisettimanale, questa è salita a 202,8. Però sulla mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (EDCD) la Slovenia è rimasta tinta d’arancione, il che significa che è riuscita comunque, al pari della Croazia, a evitare il temuto passaggio in zona rossa. Ma la preoccupazione principale concerne i ricoveri, soprattutto perché in corsia si trovano già oltre cento pazienti, quasi il doppio della scorsa settimana. Con gli ultimi casi, il numero di quelli attivi è salito a 4.275, mentre sono ricoverati 105 pazienti, cioè 16 in più del giorno precedente e 56 in più rispetto a una settimana fa. Per ciò che concerne la vaccinazione, finora il siero è stato inoculato due volte a 890.610 cittadini, ovvero al 42,2 per cento della popolazione. A detta del ministro della Sanità, Janez Poklukar, le misure antiCovid in futuro verranno prese richiamandosi al numero dei ricoveri, più che all’incidenza del contagio.

Facebook Commenti