Covid in Slovenia. Kacin: La situazione è grave»

Nelle ultime 24 ore in Slovenia sono stati effettuati 2.247 test per coronavirus: i risultati hanno dato 82 casi di positività, 35 in più rispetto al giorno prima. Cinquanta pazienti con Covid-19 sono in cura negli istituti ospedalieri, di cui dieci richiedono una terapia nel reparto di cura intensivo. Nessun paziente è morto, mentre uno è stato dimesso a cure domiciliari. Dei nuovi contagi 12 riguardano nove comuni del Litorale sloveno: tre a Pivka, due a Ilirska Bistrica, uno a testa a Capodistria, Nova Gorica, Postumia, Aidussina, Cerkno, Divača e Isola. Attualmente in Slovenia vi sono 907 casi attivi. Finora il Covid-19 ha causato 135 decessi.
“La situazione è grave”, ha detto il portavoce del governo, Jelko Kacin, in una conferenza stampa. Per Kacin stando ai dati epidemiologici la situazione nel Paese non sta ancora migliorando. E questo sarà tema di discussione in seno alla coalizione. La squadra di crisi del governo discuterà mercoledì della situazione in Slovenia, “ed entro giovedì tutto sarà pronto per una decisione, qualsiasi essa sia”, ha annunciato il portavoce. Kacin ha aggiunto che l’Esecutivo insiste e farà di tutto per garantire un prosieguo normale della vita e che non ci siano stop. L’obiettivo di tutti è quello di continuare l’anno scolastico e portarlo a termine. Se una singola classe viene messa in quarantena a causa di un contagio confermato, ciò non influirà sul funzionamento del sistema scolastico. Gli studenti saranno a casa per dieci giorni. Durante questo periodo, avranno modo di avere lezioni in remoto e dopo 10 giorni ritorneranno sui banchi della scuola.
Kacin ha voluto anche elogiare il comune di Pivka, che ha risposto rapidamente e responsabilmente a quanto stava accadendo, adattandosi subito alla situazione di emergenza. “Ha valutato la situazione in modo realistico, ha preso le misure necessarie, ha limitato la socializzazione indoor e ha anche esortato le persone a non socializzare”, ha detto Kacin.

Facebook Commenti