Covid in Croazia. Capak: «Tra breve nuove misure restrittive»

Krunoslav Capak, direttore dell'Istituto nazionale per la salute pubblica

Il direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz) con sede a Zagabria, Krunoslav Capak ha annunciato oggi l’introduzione tra breve di ulteriori misure restrittive per contenere l’espansione del coronavirus dopo che negli ultimi giorni c’è stato un graduale e consistente aumento dei casi giornalieri. “Le misure attuate fin qui non stanno dando i risultati desiderati. Pertanto è ovvio che vadano introdotte delle altre. Colloqui in tal senso sono in corso”, ha detto Capak secondo il quale le cifre relative all’aumento del numero di malati di Covid non avrebbero subito una così consistente lievitazione se i cittadini avessero rispettato le misure antiepidemiologiche. “Ci sono persone risultate positive al Covid che non vogliono svelare con chi sono venute a contatto e tra breve verranno attuate misure onde evitare che situazioni del genere vengano a ripetersi“, ha dichiarato il direttore dell’Hzjz aggiungendo come l’età media delle persone decedute a causa del coronavirus in Croazia è di 79 anni mentre quella dei malati di 43 anni.

Facebook Commenti