Coronavirus. Slovenia, sfiorati i 400 casi

Un'infermiera pulisce gli strumenti in una Clinica dentale di Lubiana

Come in Croazia anche in Slovenia è una giornata nera in quanto a contagi col nuovo record di 387 nuove infezioni da Sars-Cov-2 confermate nelle ultime 24 ore dopo che sono stati effettuati 3.665 test (per un’incidenza di contagio che tocca il 10,55 %). È il più alto numero di nuove infezioni confermate dall’inizio dell’epidemia. Purtroppo un altro paziente va ad aggiungersi alla lista dei decessi che ora è arrivata a 160 morti.
Presso gli ospedali sono attualmente in cura 131 persone, di cui 21 sono degenti nelle unità di terapia intensiva. Cinque persone sono state dimesse. La maggior parte dei nuovi casi (64) si sono verificati a Lubiana. A Novo mesto e Vrhnika si registrano 17 infezioni a testa, a Domžale 15, a Škofljica 11, a Škofija Loka 10. Sul territorio della Primorska si contano 35 nuovi contagi dei quali 5 sul Litorale: il maggior numero di nuove infezioni è stato confermato ad Ajdovščina (7), mentre 5 nuovi casi sono stati confermati a Villa del Nevoso (Ilirska Bistrica), 4 a Postumia, 3 a Nova Gorica, due a testa a Capodistria, Sesana e nel comune di Renče-Vogrsko dopo 2, e un caso ciascuno a Tolmino, Komno, Pirano, Isola, Ancarano, Idria,Vipacco, San Pietro del Carso (Pivka), Bovec e il comune di Šempeter-Vrtojba.

Facebook Commenti