Coronavirus. Primi contagi in Italia

Un uomo con la mascherina davanti all'ospedale di Wuhan, l'epicentro del virus

E’ in prognosi riservata, con insufficienza respiratoria, il trentottenne ricoverato all’ospedale di Codogno (Lodi), che è risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi. L’uomo, scrivono diversi giornali, non sarebbe stato di recente in Cina, ma sarebbe andato a cena con un amico che tornava dal Paese del Dragone a fine gennaio. L’amico è stato individuato ed è ricoverato al Sacco e sono stati fatti su di lui i primi test, ma si attendono i risultati già oggi. La moglie del 38.enne, incinta all’ottavo mese, è stata già messa in quarantena. Il terzo contagiato è uno stretto conoscente del 38.enne. A comunicare la notizia, durante la notte, l’assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera.
L’uomo si è presentato giovedì al pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, nel Lodigiano. Al momento le autorità sanitarie stanno ricostruendo i suoi spostamenti. “Le persone che sono state a contatto con il paziente – ha aggiunto l’assessore – sono in fase di individuazione e sottoposte a controlli specifici e alle misure necessarie”.

Facebook Commenti