Coronavirus. Božinović: «Verso misure ancora più restrittive» (video)

Foto Davor Javorovic/PIXSELL

Il ministro Božinović annuncia nuove misure restrittive, che “permetteranno la circolazione soltanto di quelle persone che consentiranno il normale funzionamento della vita”. Poi ha lanciato un appello: “Le persone devono aiutarsi da sole affinché ci permettano di aiutarle”. In questo senso il ministro Beroš ha ricordato che alle Terme di Daruvar, dove sabato scorso si è svolto un party, “non si sono verificati contagi, ma il presidente della Regione ha subito destituito la direttrice della struttura, che ha tenuto aperto i locali di ristorazione in contrasto con le disposizioni della Protezione civile”. Destituito anche il capo della task force della protezione civile di Glina, figlio del presidente della Regione di Sisak e della Moslavina.
Intanto, il numero dei contagiati in Croazia è cresciuto di 9 unità. Così oggi in Croazia ci sono complessivamente 315 persone che hanno contratto il Covid-19. Secondo il sito koronavirus.hr finora sono stati effettuati 2.757 tamponi, di cui ancora 33 in procedimento.

Contagiato un segretario di Stato

Il segretario di stato del Ministero dell’Edilizia Danijel Meštrić è risultato positivo al coronavirus. È stato sottoposto al tampone venerdì, 20 marzo. Ora si trova all’ospedale di Varaždin e presenta lievi sintomi della malattia. I suoi contatti (per l’esattezza cinque persone) sono stati messi in autoisolamento. Il vicepresidente del governo Predrag Štromar e il segretario di stato Uhlir non hanno avuto contatti con Meštrić.

La conferenza stampa del mattino

Notizia prima: il numero dei casi di coronavirus in Croazia ha superato quota 300. Notizia seconda: nel terremoto di domenica a Zagabria sono state ferite 27 persone, di cui 18 in modo grave. La ragazzina di 15 anni è tuttora in prognosi riservata. Notizia terza: Oggi, lunedì 23 marzo, è ancora permesso spostarsi da città in città, da domani, martedì 24 marzo, ciò non sarà più possibile (qui la notizia completa) e i mercati cittadini rimaranno chiusi. Sono queste le notizie più importanti rese note nel corso della consueta conferenza stampa mattutina della task force nazionale.
Sono 306 per l’esattezza, 52 in più rispetto a domenica, le persone contagiate dal Covid-19. Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Vili Beroš, ricordando che un quadro più esatto sarà reso noto nel pomeriggio, poiché durante il sisma di domenica a Zagabria, due dei tre laboratori dove vengono effettuati le analisi sono stati danneggiati. “Ma il lavoro è proseguito e da ieri le analisi del tampone è possibile effettuare anche a Fiume e Osijek”. Una nuova misura adottata dall’Istituto croato per la salute pubblica riguarda gli epidemiologi. “Da oggi tutti loro sono stati allertati e devono essere a disposizione continua del sistema sanitario”.

Gli appelli dei giocatori della nazionale croata di calcio in un video pubblicato dalla federcalcio

 

Facebook Commenti