Coronavirus. 4 casi a Fiume, 3 a Zagabria

Foto: Armin Durgut/PIXSELL

Continua ad aumentare in Croazia il numero di persone affette da coronavirus. A Fiume si registra il quarto contagiato. Si tratta di una persona che ha stretti contatti con i tre pazienti che hanno contratto il COVID-19 e si trovano già da giorni in isolamento. Lo ha fatto sapere domenica mattina l’Unità di crisi della Protezione civile nazionale diramando un comunicato stampa straordinario.
Sono complessivamente 7 i contagiati in Croazia da coronavirus. Ai quattro pazienti nel capoluogo quarnerino se ne aggiungono altri 3 ricoverati alla Clinica per le malattie infettive „Fran Mihaljević“ di Zagabria.
La „task force“ della Protezione civile croata ha lanciato un appello a tutti coloro che negli ultimi giorni hanno soggiornato nelle zone colpite dal coronavirus di non partecipare ad eventi pubblici. L’appello è rivolto in primo luogo a quelle persone che sono state in Cina, Giappone, Hong Kong, Corea del Sud, Iran e nelle regioni italiane Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte.
I membri dell’Unità di crisi della Protezione civile croata hanno suggerito ai cittadini di evitare strette di mano mentre ai gestori di negozi e altri servizi di pulire regolarmente i terminali di pagamento (POS), ovvero i dispositivi elettronici che consentono di effettuare pagamenti mediante carte di credito.
Tutti coloro che accusano i sintomi tipici del raffreddore e non hanno soggiornato negli ultimi 14 giorni negli suddetti stati o regioni d’Italia non devono rivolgersi agli epidemiologi ma devono solo contattare il proprio medico di famiglia.
Coloro che sono stati nei Paesi suddetti ma non hanno tosse, febbre alta o altri sintomi tipici del raffreddore devono rivolgersi agli epidemiologi i cui numeri di telefono si possono ricevere chiamando il 112. Le persone che tossono e hanno la febbre alta o altri sintomi influenzali e negli ultimi 14 giorni sono state nei Paesi predetti hanno l’obbligo di mettersi in contatto con gli epidemiologi onde concordare le misure necessarie da intraprendere.

Facebook Commenti