Convalidate le candidature di Tremul, Žiža e Corva

Damiani eliminato dalla corsa per numero insufficiente di firme valide

0
Convalidate le candidature di Tremul, Žiža e Corva
Palazzo Modello, sede della CI di Fiume e dell'Unione Italiana. Foto Zeljko Jerneić

La Commissione elettorale centrale dell’Unione Italiana, presieduta da Davor Pindulić, ha convalidato tre delle quattro candidature pervenute per le elezioni per le massime cariche dell’UI. Come ci ha dichiarato Davor Pindulić, sono state convalidate entrambe le candidature per la carica di presidente dell’Unione Italiana, ossia quelle di Maurizio Tremul e Felice Žiža. Per quanto concerne le elezioni per la carica di presidente della Giunta esecutiva dell’Unione è stata convalidata soltanto la candidatura di Marin Corva. Non è stata convalidata, infatti, come ha rilevato il presidente della Commissione elettorale centrale, la candidatura di Aleksandar Damiani, per numero insufficiente di firme valide. Il candidato a presidente della Giunta esecutiva, stando al Regolamento, avrebbe dovuto presentare un numero minimo di 80 sottoscrizioni valide per quanto concerne le Comunità degli Italiani della Croazia. Eliminate le firme definite non valide dalla Commissione elettorale centrale ne sono rimaste – come ha sottolineato Davor Pindulić – solamente 64 valide. Troppo poche. Aleksandar Damiani ha comunque la possibilità di presentare ricorso al Comitato generale di controllo delle elezioni.
Vista la situazione attuale in lizza per il posto di presidente dell’UI vi saranno due candidati, Maurizio Tremul e Felice Žiža, mentre per il posto di presidente della Giunta vi sarà un solo candidato, Marin Corva.
Le elezioni, come è noto, avranno luogo domenica 26 giugno. La Commissione elettorale centrale, stando allo scadenzario, ha avuto il compito di accertare e convalidare le proposte di candidatura entro il 6 giugno 2022. Visto che le Commissioni elettorali delle Comunità hanno avuto tempo per tutta la giornata di ieri di inviare le candidature convalidate per l’Assemblea dell’Unione Italiana alla Commissione elettorale centrale, la lista definitiva dei candidati a consiglieri del massimo organo rappresentativo dell’UI verrà ufficializzata oggi.
Da fonti ufficiose si apprendono comunque i nomi dei candidati all’Assemblea dell’Unione Italiana di diverse località. Così per i tre seggi di Pirano sono in lizza sei candidati: Christian Poletti, Kristijan Cerovac, Andrej Rojec, Dyego Tuljak, Alex Zigante e Daniela Ipsa; per i due seggi di Capodistria sono in lizza tre candidati: Gianfranco Stancich, Marco Orlando e Clio Diabaté; per i sei seggi di Fiume gareggiano Moreno Vrancich, Flavio Cossetto, Denis Stefan, Jenny Chinchella, Sandro Vrancich, Enea Dessardo, Mauro Graziani e Sabrina Bachich; per i tre seggi di Umago sono in gara sei candidati: Arden Sirotić, Roberta Lakošeljac, Erika Sporčić, Antonella Degrassi, Davor Breznik e Mauro Jurman; per il seggio di Abbazia gareggiano Elia Filinić e Krsto Babić. Per il seggio appannaggio di Torre c’è un unico candidato: Gaetano Benčić. Per i sei seggi di Pola sono in lizza ben quindici candidati: Diego Brumini, Ardenio Zimolo, Monica Derocchi, Alessandro Lakošeljac Ukmar, Tamara Brussich, Liana Diković, Ervinio Quarantotto, Bruno Cergnul, Serena Sirotić, Livio Nefat, Paola Krstulović, Valmer Cusma, Debora Radolović, Daniela Manzin e Renato Vidos. A Zagabria un canddiato per un seggio, ossia
Ezio Kozlović. A Gallesano due candidati per due seggi: Debora Moscarda e Diriana Delcaro Hrelja. A Sissano un candidato per un seggio: Paolo Demarin. A Valle invece due candidati per un seggio: Miriana Paoletić e Dea Lordanić. A Pisino un candidato per un seggio: Paolo Tominić. A Verteneglio due candidati per due seggi: Elena Barnabà e Robi Škrinjar. A Kutina un candidato per un seggio: Antun Di Gallo. Pure a
Zara un candidato per un seggio: Igor Karuc. A Buie quattro candidati per due seggi: Valentina Puž, Mattia Flego, Corrado Dussich e Marino Dussich.
Ricordiamo che lo scadenzario, approvato dall’Assemblea dell’UI, prevede la compilazione degli elenchi elettorali da parte delle Commissioni elettorali delle CI entro l’8 giugno 2022; gli inviti al voto dovranno essere inviati agli elettori entro il 15 giugno 2022, mentre la stampa e la distribuzione delle schede elettorali da parte delle Comunità degli Italiani dovrà essere effettuata entro il 20 giugno. Dopo il voto di domenica 26 giugno, lo scadenzario prevede la trasmissione delle schede elettorali e dei verbali nelle urne sigillate alla Commissione elettorale centrale presso la Segreteria dell’UI entro il 29 giugno 2022; la proclamazione dei risultati da parte della Commissione elettorale centrale dell’UI il 6 luglio 2022; la convocazione della nuova Assemblea dell’UI entro il 27 luglio 2022. La campagna elettorale, lo ricordiamo, è iniziata il 2 giugno scorso, mentre il 25 giugno 2022 sarà giornata di silenzio elettorale.
Fanno parte, lo ricordiamo, della Commissione elettorale centrale Davor Pindulić (Fiume) – presidente; Melita Sciucca (Fiume) – membro; Tiziano Sosić (Pola) – membro; Nicolò Sponza (Rovigno) – sostituto; Romina Gruber (Fiume) – sostituto; Roberto Bonifacio (Crevatini (Capodistria)) – sostituto. Nel Comitato generale di controllo delle elezioni sono stati nominati Oskar Skerbec (Fiume) – presidente; Alen Kalčić (Parenzo) – membro; Nana Tomić-Marjanović (Fiume) – membro; Marina Krušić (Fiume) – sostituto; Maurizio Piccinelli (Dignano) – sostituto; Sandro Vincoletto (Capodistria) – sostituto.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display