Coniugi Salpietro. Horvatinčić, processo verso l’annullamento

I motivi vanno ricercati nelle modifche al Codice penale croato

Hrvoje Jelavic/PIXSELL
Tomislav Horvatinčić

Stando a fonti del Tribunale regionale di Zara, sembra che neanche dopo 8 anni avrà definitivamente termine la vertenza giuridica che vede il controverso imprenditore zagabrese Tomislav Horvatinčić (72) nel ruolo di imputato per aver causato nei pressi di Capocesto (Primošten), il 16 agosto 2011, l’incidente in mare in cui hanno perso la vita i coniugi italiani Francesco Salpietro e Marinela Patella Salpietro. A quanto sembra l’ultima sentenza di condanna nei confronti di Horvatinčić a quattro anni e dieci mesi, potrebbe essere annullata per motivi procedurali.
La difesa dell’imprenditore ha avanzato un nuovo argomento per far valere le proprie ragioni. A causa delle modifiche al Codice penale, la competenza per i reati di cui è stato incriminato Horvatinčić è passata al Tribunale regionale e non più a quello comunale. Il tycoon zagabrese, infatti, è stato condannato dal Tribunale comunale di Sebenico che, in base alle nuove norme, avrebbe dovuto interrompere il procedimento, proclamarsi non competente e consegnare la pratica a una Corte superiore, ossia al Tribunale regionale di Sebenico. Ma ciò non è successo, perché la Corte comunale ha portato il processo fino al verdetto di colpevolezza, e ora queste modifiche al Codice penale saranno prese come pretesto per annullare la sentenza.

Facebook Commenti