Comites. Un’occasione da non perdere

Le elezioni si svolgeranno a dicembre. Per votare è necessario figurare negli elenchi elettorali del Consolato generale entro il 3 novembre ed essere iscritti all’AIRE

La sede del Consolato a Fiume

Nel dicembre di quest’anno alla Comunità Nazionale Italiana si presenterà un’occasione d’oro per promuovere i suoi interessi e tutelare suoi diritti. In calendario ci sono le elezioni per il rinnovo dei Comitati per gli Italiani all’estero (Comites). I cittadini italiani residenti nella circoscrizione del Consolato generale d’Italia a Fiume hanno avuto finora la possibilità di eleggere in due occasioni i membri del Comites, nel 2004 e nel 2015. Il Comites di Fiume ha 12 membri. Oltre ai membri eletti di cittadinanza italiana, possono far parte del Comitato, per cooptazione, cittadini stranieri “di origine italiana” (come recita la legge che disciplina i Comites) in misura non superiore a un terzo dei suoi componenti.

Dal “lontano” 1985

Istituiti nel 1985 i Comites sono organismi rappresentativi della collettività italiana e operano per l’integrazione della comunità italiana residente nel Paese straniero in cui si trovano. Svolgono diverse attività di sostegno ai connazionali: possono offrire indicazioni per la ricerca di un’abitazione, sul sistema pensionistico o su come iscrivere i bambini alle scuole; possono inoltre organizzare seminari, incontri e conferenze, corsi di lingua, di formazione e di aggiornamento professionale, iniziative culturali di promozione della cultura italiana e di scambio, ricreative o sportive.

Un ruolo fondamentale

Ai sensi della legge n.286 del 2003, i Comites sono gli organi di rappresentanza degli italiani all’estero nei rapporti con le rappresentanze diplomatico-consolari. Come spiegato dal Console generale d’Italia a Fiume, Davide Bradanini, nell’ambito di un’intervista rilasciata al nostro quotidiano nel giugno scorso, i Comites “svolgono un ruolo fondamentale nell’individuare le esigenze di sviluppo sociale, culturale e civile della comunità italiana. In tale contesto si possono proporre svariate iniziative, che spaziano dalla partecipazione dei giovani alle pari opportunità, dall’assistenza sociale e scolastica alla formazione professionale, oltre che in materia di diffusione della storia, della tradizione e della lingua italiane, ricevendo finanziamenti ad hoc da parte dello Stato”.

Il Console generale della Repubblica italiana a Fiume, Davide Bradanini. Foto: Željko Jerneić

“In una realtà speciale come quella di Fiume – ancora Bradanini –, il Comites potrebbe ritagliarsi un ruolo prezioso d’integrazione delle attività svolte dalle Comunità degli Italiani e dalla Istituzioni della CNI, con particolare riferimento a progetti che coinvolgano specifiche componenti anagrafiche o professionali dell’intera CNI in Istria, Quarnero e Dalmazia”.

Progetti creativi

Le possibilità sono davvero molte. Da sottolineare l’attenzione che viene data – anche in termini di riscontro da parte del MAECI a specifiche proposte di finanziamento – a progetti creativi al servizio della comunità. A Basilea è stato realizzato un progetto intitolato “Emergenza Covid-19. Assistenza terza età”, con il quale viene offerta assistenza e tutela ai connazionali nell’affrontare problemi sociali e psicologici attraverso la creazione di centri d’ascolto, sportelli telefonici e aiuto pratico e relazionale, in particolare per i connazionali anziani. A Berlino il Comites ha realizzato una “Guida per neo-imprenditori”, mentre a Edimburgo è stata proposta un’iniziativa di riqualificazione professionale per connazionali che hanno perso il lavoro a causa della pandemia, con la messa a disposizione di 40 borse di studio per un corso di formazione professionalizzante.

Spazio ai giovani

Molti Comites hanno proposto innovative manifestazioni culturali, tra cui concerti, spettacoli teatrali, incontri d’approfondimento sulla storia della comunità italiana e gruppi di lettura. Non sono mancati neppure i Comites che hanno puntato la loro attenzione sui giovani, organizzando appuntamenti tesi al rafforzamento della coesione della componente giovanile della comunità. Come osservato dal Console generale: “La CNI potrebbe senz’altro trarre beneficio dall’esistenza di un attivo e creativo Comites, che possa interagire e dialogare con tutte le istituzioni della CNI, oltre che con il Consolato Generale, l’Ambasciata e l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria”.
In vista delle elezioni per il rinnovo dei Comites, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) ha lanciato una campagna informativa istituzionale sul ruolo e sulle funzioni dei comitati elettivi che rappresentano i connazionali all’estero. L’obiettivo è illustrare al meglio le principali caratteristiche dei Comites, ovvero il loro significato, l’estensione, la ripartizione geografica, le attività e le competenze e la composizione, ma anche le metodologie e le procedure di voto. Un voto, va ricordato rinviato l’anno scorso a causa della pandemia da coronavirus.

Attenzione alle scadenze

Le elezioni per il rinnovo dei Comites si terranno entro la fine del 2021 (articolo 14, comma 3, del decreto-legge n. 162 del 30 dicembre 2019, convertito in legge n. 118 del 28 febbraio 2020). A quest’importante appuntamento elettorale potranno partecipare i cittadini italiani maggiori di 18 anni iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) e residenti nella circoscrizione consolare da data anteriore al 3 giugno 2021. Le elezioni si svolgono per corrispondenza: il Consolato manderà il plico elettorale per posta agli elettori che entro il 3 novembre 2021 avranno chiesto al proprio Consolato di riferimento di essere iscritti nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites. Le buste preaffrancate valide per lo scrutinio dovranno essere ricevute dal Consolato Generale entro le ore 24 del 3 dicembre 2021.

Iscrizioni digitali…

È possibile iscriversi sin d’ora nelle liste elettorali del proprio Consolato attraverso il portale dei servizi consolari Fast It, disponibile a questo link: https://serviziconsolari.esteri.it/ScoFE/index.sco. Il servizio d’iscrizione nelle liste elettorali è raggiungibile selezionando la voce “Anagrafe consolare e AIRE”, e poi “Domanda di iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites”. La procedura su Fast It sarà interamente guidata e tutta digitale, garantendo rapidità e sicurezza.

…o “vecchio stile”

Se non si desidera utilizzare il portale dei servizi consolari Fast It, si potrà utilizzare il modulo per l’iscrizione nell’elenco elettorale per le elezioni dei Comites reperibile al seguente link (clicca qui). Il modulo dovrà poi arrivare in Consolato in uno dei seguenti modi: consegnandolo di persona; inviandolo per posta cartacea insieme a fotocopia del proprio documento di identità; inviandolo per posta elettronica ordinaria ([email protected]) oppure certificata ([email protected]), sempre insieme a copia del proprio documento d’identità. Per rimanere informati sulla realtà dei Comites è utile visitare il sito del Consolato generale d’Italia a Fiume, come pure il sito istituzionale della Farnesina e seguire i canali social: Facebook, Instagram e Twitter.

Facebook Commenti