Censimento. Prova generale dal 1 al 15 marzo

Foto: Igor Kralj/PIXSELL

La pandemia ha costretto a rinviare il censimento della popolazione della Repubblica in Croazia, in programma per la primavera del 2021. Se il censimento vero è proprio è stato spostato, non si fermano però i preparativi volti a garantire che una volta iniziati i lavori di conteggio e monitoraggio della popolazione, tutto fili per il verso giusto.
A questo proposito in varie località del Paese, dal primo al 15 marzo, si svolgerà una specie di censimento di prova, nel quale, soltanto nella Regione di Varaždin, come rilevato ieri, verranno coinvolte ben 12mila persone. Le aree d’interesse, dove si svolgerà questa prova generale, comprenderanno varie località della Regione litoraneo-montana, di quella di Varaždin, di quella di Osijek e della Baranja, della Contea di Spalato e della Dalmazia, come pure della Città di Zagabria, che ha lo status di Regione.
Lo scopo di quest’iniziativa è di capire se ci siano stati degli errori nei preparativi per l’avvio del processo di svolgimento del censimento, così da potervi rimediare in tempo utile. Un controllo reso necessario anche dall’introduzione delle nuove misure di raccolta dati elettroniche, fortemente volute dell’Istituto nazionale di statistica, che spinge per l’ammodernamento del sistema. Come spiegato da Lidija Brković, direttrice dell’Istituto, quest’anno, infatti, per la prima volta, ai cittadini sarà permesso di compilare da soli i propri moduli online.
Anche il censimento di prova, dunque, si svolgerà in due fasi. Nella prima, che terminerà il 7 marzo, i cittadini scelti per quest’esperimento avranno la possibilità di compilare i formulari online per sé stessi e per i membri della propria famiglia, mentre dall’8 al 15 marzo si procederà alla vecchia maniera, ossia con 50 rilevatori che andranno fisicamente in giro da porta a porta per raccogliere i dati.
Tutto lascia ritenere che il censimento vero e proprio si svolgerà a giugno. Stando a Lidija Brković il rilevamento dei dati dovrebbe avere luogo anche nelle zone terremotate. Gli sfollati verranno censiti nelle aree in cui soggiorneranno nel momento del censimento.

Facebook Commenti