Celebrazioni del 105° anniversario del martirio di Nazario Sauro

Martedì 10 agosto a Trieste si svolgeranno a cura del Comitato Onoranze a Nazario Sauro le celebrazioni commemorative del 105° anniversario del martirio di Nazario Sauro, che fu impiccato il 10 agosto 1916 a Pola dalle autorità austro-ungariche dopo essere stato fatto prigioniero pochi giorni prima. Nato a Capodistria il 20 settembre 1880, Sauro portava avanti il suo impegno per l’italianità. Quando anche l’Italia entrò nella Prima guerra mondiale, l’esperto marinaio capodistriano si arruolò nella Regia Marina dando preziose indicazioni per effettuare incursioni sul litorale istriano fino alla sfortunata missione di fine luglio 1916 in cui il sommergibile Pullino sul quale era imbarcato si arenò allo scoglio della Galiola all’ingresso del Golfo del Carnaro e l’equipaggio fu catturato dagli austriaci. Consapevole della sorte che avrebbe potuto colpirlo se fatto prigioniero (in quanto suddito asburgico che combatteva per un esercito nemico sarebbe stato condannato a morte), già prima del 24 maggio 1915 Sauro aveva lasciato una commovente lettera indirizzata al maggiore dei suoi 5 figli che terminava con la raccomandazione a essere “sempre, ovunque e prima di tutto italiani”.
Le cerimonie si svolgeranno nel rispetto delle vigenti disposizioni sanitarie e inizieranno alle 10 del prossimo 10 agosto in Piazzale Marinai d’Italia con l’alzabandiera a cura della Sezione di Trieste dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia. Alle ore 17.30 al Parco della Rimembranza sul colle di San Giusto verrà deposto un mazzo di fiori al cippo che ricorda Nazario Sauro e alle 18.30 presso la chiesa della Beata Vergine del Soccorso in Piazza Hortis si terrà una Santa messa che terminerà con la lettura della Preghiera del Marinaio. Seguirà un breve corteo (Piazzetta Santa Lucia – Piazza Hortis – Via dell’Annunziata – Riva Nazario Sauro – Piazzale Marinai d’Italia) che terminerà con lo schieramento dei partecipanti e dei labari delle associazioni patriottiche, combattentistiche e d’arma davanti al monumento del patriota istriano.
Nel frattempo giungeranno nel Bacino San Giusto i natanti del Circolo Marina Mercantile “Nazario Sauro” e del Circolo canottieri “Saturnia”, i quali verranno ricevuti dalle massime autorità e dai rappresentanti del Comitato onoranze. Alle 19.30 nel Piazzale Marinai d’Italia (di fronte alla Stazione marittima) verrà data lettura del testamento spirituale di Nazario Sauro – a cura del presidente della Federazione Grigioverde e vicepresidente della Lega nazionale Diego Guerin – e della motivazione della Medaglia d’Oro a cura di un rappresentante dell’ANMI.
Sarà quindi deposta una corona d’alloro al monumento eretto in memoria dell’eroe a cura del Comitato onoranze accompagnato dalle massime autorità; seguiranno l’intervento del presidente del Comitato onoranze Fulvio Sluga e di eventuali autorità presenti e l’ammainabandiera a cura dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia. La cerimonia verrà accompagnata dalla Banda del Comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che poi alle ore 20.30 in Piazza Cavana terrà un breve concerto.

Facebook Commenti