Caso Milanović. Hebrang lascia per protesta l’Assemblea dei generali

L'ex ministro della Salute e della Difesa contrariato dal gesto del Presidente della Repubblica

Andrija Hebrang. Foto: Zarko Basic/PIXSELL

Andrija Hebrang ha rassegnato le sue dimissioni irrevocabili dall’appartenenza all’Assemblea dei generali croati (HGZ) perché, a suo avviso, l’Assemblea stessa ha abbandonato i suoi principi, informando che non rilascerà dichiarazioni pubbliche sul tema. La decisione arriva dopo quanto successo ieri, venerdì 1.mo maggio a Okučani, quando il Capo dello Stato Zoran Milanović, ha abbandonato la cerimonia per il 25.esimo anniversario dell’operazione militare Bljesak (Lampo), dopo aver visto che una persona tra quelle che posavano omaggi floreali al memoriale dei caduti indossava una maglietta delle forze armate croate (HOS) recante l’ormai nota scritta filo-ustascia ZDS (Za dom spremni – Pronti per la Patria, ndr). Per Hebrang l’atteggiamento di Milanović getta fango su una legittima unità militare che ha difeso la territorialità dello Stato. Andrija Hebrang, che negli Anni ’90 ha ricorperto l’incarico di ministro della Salute e della Difesa, vanta i gradi di general maggiore di riserva dell’Esercito croato.

Facebook Commenti