Caso d’Annunzio. Altri 5 italiani fermati all’aeroporto di Veglia (Krk)

L'aeroporto di Fiume è situato sull'isola di Veglia (Krk)

Una giornata che sembra non finire mai. Dopo la provocazione di alcuni italiani davanti al Palazzo del Governo, dove hanno srotolato un enorme bandiera del Regno d’Italia e le conseguenti reazioni delle massime autorità dello Stato croato, e dove la Polizia ha fermato e multato per disturbo alla quiete pubblica quattro cittadini italiani, ora giunge la notizia che altri cinque abitanti del Belpaese sono stati fermati all’aeroporto di Fiume, sull’isola di Veglia (Krk). Nei loro bagagli, comunica la Questura litoraneo-montana, sono state trovate bandiere del Regno d’Italia e altro materiale propagandistico, collegabile con il centeneraio dell’Impresa di d’Annunzio. Si tratta di persone di 23, 56, 63, 70 e 74 anni, che sono atterrate allo scalo quarnerino a bordo di due aerei più piccoli. La Polizia di frontiera dell’aeroporto ha vietato loro l’ingresso sul territorio croato.

Facebook Commenti